lunedì 11 agosto 2014

Il Vescovo di Mosul forte e chiaro: Occorrono decisioni forti (Cremonesi)

Clicca qui per leggere l'articolo segnalatoci da Gemma.

6 commenti:

Arcangela ha detto...

Sempre Benedetto con toni alti e forti "La libertà religiosa non è patrimonio esclusivo dei credenti, ma dell'intera famiglia dei popoli della terra. E' elemento imprescindibile di uno stato di diritto; non la si può negare senza intaccare nel contempo tutti i diritti e le libertà fondamentali, essendone sintesi e vertice"
Arcangela

Dante Pastorelli ha detto...

Il vescovo di Mosul ha capito, e credo da tempo, quel che papa e Vaticano o non capiscono o rifiutano di capire per un dissennato cupio dissolvi . E' nel DNA dell'islamismo la conquista violenta nata dalla volontà di espansionismo micidiale nel nome di Allah.
Ha ragione il vescovo di Mosul quando avverte che ci stiamo preparando le fosse comuni e stiamo offrendo il collo ai carnefici.
Boumedienne ebbe a dire a suo tempo che l'islam avrebbe conquistato l'occidente non con la guerra ma col ventre delle sue donne. Ma una volta raggiunta una posizione di forza, sappiamo, per i cristiani non ci sarà scampo. Il nemico è in casa e papa e vescovi lo coccolano insieme alle imbelli autorità politiche. Se l'aspirazione di papi, cardinali e vescovi è il martirio lascino i loro palazzi e vadano a vivere l'esilio e la persecuzione insieme ai loro figli di serie B.
Ieri il Papa ha parlato scandendo le parole. Ma non mi sembra che i socciani vagiti siano diventati una condanna forte e definitiva non solo dei massacri ma anche dei massacratori e delle radici dell'odio che li anima.

laura ha detto...

In questi giorni di agosto il dramma che si sta consumando sembra ancora più atroce. Moltissimi non ne sanno nulla e moltissimi non vogliono ascoltare brutte notizie. Non riesco a vedere una possiblie fine e misembra sia arrivato i ltempo della grande persecuzione, mentre noi dormiamo come se il mondo fosse solo la nostra piccola casa e inostri piccoli o grandi problemi quotidiani.

carmelina ha detto...

Qua e' utile ribadire un punto. NEL 2006 A RATISBONA BENEDETTO HA PRONUNCIATO UN DISCORSO CENTRALE NELLA COMPRENSIONE DEI RAPPORTI TRA OCCIDENTE SECOLARIZZATO. ISLAM E CRISTIANESIMO.In quel discorso tutte le problematiche (culturali, politiche, antropologiche) legate al campo della fede e della ragione tra i suddetti interlocutori sono state sviscerate e messe nere su bianco. EBBENE, BENEDETTO PER QUESTO SERVIZIO PROFETICO ALLA VERITÀ HA OTTENUTO IN CAMBIO SPUTI, INSULTI E DERISIONE. non solo di coloro che hanno una vera e propria allergia nei confronti di un teologo e sacerdote come Benedetto ma anche di gente che, all'interno della Chiesa, stava ancora agli incontri di assisi cioè persisteva in quella visione da gita parrocchiale, con pranzo al sacco, nei rapporti ecumenici. Non comprendendo che, laddove Giovanni Paolo ii aveva rotto il ghiaccio offrendo il pane e il sale dell'ospitalità, si necessitava, per non cadere in un vuoto e ipocrita manierismo ecumenico, passare ad una seconda fase: quella del reale e schietto confronto. Ebbene oggi, ogniqualvolta leggo notizie provenienti dalla Siria, Iraq, Gaza e Africa in generale, mi rimbombano in testa le parole pronunciate da Benedetto a ratisbona. Come mai possibile che a nessuno degli illuminati politologi, giornalisti, storici e simili che si stanno occupando delle luttuose vicende in quelle aeree, sorga nell'anticamera del cervello l'ideuzza che le parole di Benedetto a ratisbona stiano a queste, scusate la metafora sconcia, COME IL CACIO SUI MACCHERONI????

maura ha detto...

Analisi perfetta del prof.Pastorelli . E aggiungo che siamo gia' a meta' dell'opera perche' oramai non si puo' piu' fare un presepe , non si possono insegnare le canzoncine natalizie , siamo invasi dal pensiero spazzatura ( vedi canale 31 dove imperversa la " famiglia " poligama ) , la homofobia , .ecc.ecc. . Qualche parroco che ha osato tirar fuori la retta Dottrina e' stato pure silenziato ..!! Parlate forte e chiaro come ha fatto il Vescovo di Mosul
Benedetti Cardinali e Vescovi ! Se questo Papa ha affidato a voi il compito di uscire allo scoperto e' ora e subito che dovete farlo , perche' tanto tra poco tocchera' a noi......o non vi siete accorti che siamo stati messi all'angolo ?

laura ha detto...

http://www.pagina99.it/news/mondo/6679/Iraq--il-Vaticano-torna-alla.html
Iraq, il Vaticano torna alla guerra umanitaria - Pagina99.it