sabato 22 ottobre 2016

Perché la CEI alla marcia dei radicali? (Costanza Miriano). Riflessioni (R.)

Clicca qui per leggere il commento che sottoscrivo in pieno.
Io più che dolore provo tristezza e rassegnazione. Direi che provo in definitiva una profonda pena per la situazione che stiamo vivendo. E' vero ciò che scrive Costanza Miriano: perchè la chiesa (minuscolo) continua a non essere originale?
E mi domando: la chiesa (minuscolo) pensa davvero di attirare fedeli aderendo convintamente alle istanze mondale e magari modaiole? Ma quando mai? La Chiesa (maiuscolo) deve essere segno di contraddizione, pietra dello scandalo. Non può e non deve uniformarsi alla mentalità del mondo, tanto per parafrasare San Paolo.
Non ci sia accorge che la pecorella smarrita, che si rincorre a tutti i costi, se la ride mentre le altre novantanove vengono attaccate dai lupi o lasciano volontariamente il recinto?
Leggo che questa marcia ci sarà il 6 novembre, domenica. Chissà se riceverà una qualche benedizione. Sarebbe l'apoteosi...
La cosa drammatica è che tutto ciò non mi stupisce, anzi...
Per richiamare i riflettori si continua ad alzare l'asticella ma ormai la misura è colma. Siamo saturi di notizie spettacolari. Nulla ci meraviglia più soprattutto in vista della celebrazione dello scisma di Lutero. Che cosa avrà mai da festeggiare la chiesa cattolica...

Un'ultima annotazione che non c'entra con la marcia dei radicale.
C'è stato ieri un momento in cui ho provato davvero un dolore fortissimo. Vedere la camera da letto di tanti Pontefici a Castel Gandolfo aperta a fotografi e giornalisti mi ha davvero colpita. Questo insistere nell'inquadrare quel letto così spartano e senza pretese mi ha fatto pensare che probabilmente è stato aperto simbolicamente il vaso di Pandora e che davvero siamo a un punto di non ritorno.
R.

26 commenti:

gemma ha detto...

Le tue riflessioni mi fanno venire in mente quei saldi di fine stagione, da una parte la svendita a Castelgandolfo che si aggiunge ad altre che abbiamo subito prima, dall'altra l'allestimento della nuova vetrina con L'addobbo radicale. Che bisogno c'era di rottamare tutto così, a braccetto con chi da anni tormenta i nostri primcipi? Il valore simbolico di certi gesti non si può sottovalutare, e forse in poco tempo se ne stanno concentrando troppi. Mi sento come quei bambini ancora troppo legati alla mamma a cui il papà ha portato in casa la matrigna

Anonimo ha detto...

Scusate, ma prima di trasformare il palazzo in museo, Bergoglio avrà chiesto qualche parere o avrà fatto tutto da solo? In fondo mi domando con che diritto ha fatto tutto cio'? Se il prossimo Papa vorrà nuovamente soggiornare a Castegandolfo come si comporterà? Teresa

Anonimo ha detto...

Non si possono più nutrire dubbi sulle intenzioni dei "rottamatori".
Una volta stabilito che il papà (o la mamma) hanno "nuove unioni", che cosa fa il/la figlio/a?
Piangere ci sta... Protestare è sterile: non è una scelta che dipende da noi. Odiare mai.
Il/la figlio/a hanno già una storia, hanno questo presente e hanno ancora un futuro.
Che bisogno c'era di recidere così i ponti con la storia e seminare di dolore il presente?
Lo dicano quelli che hanno scelto questa strada; ma nessuno di questi tradimenti a una promessa, a un compito e a una fedeltà possono rubare la promessa e la fedeltà eterna alla quale siamo ancora chiamati e (se non devieremo, giustificandoci) abilitati.
Nella comunione dei santi il dolore non è un intruso. La comunione i santi la fanno nel segno della croce! La beatitudine è per chi viene prima vagliato. E' l'ora della setacciatura.

Arcangela ha detto...

Benedetto (profeta) 1958 "Questa Europa, cristiana di nome, da circa 400 anni è diventata luogo natale di un nuovo paganesimo che cresce inesorabilmente anche nel cuore della Chiesa e che minaccia di svuotarla dall'interno...essa è diventata, e diventa sempre più, Chiesa di pagani...Alla lunga, alla Chiesa non sarà risparmiato di dover smanttellare pezzo per pezzo la parvenza della propria facciata con il mondo per diventare di nuovo ciò che è: comunità dei credenti."
Arcangela

laura ha detto...

Sono d'accordo con te carissima raffaella. Mi sembra che ormai non ci siano più limiti. il solo accostamento del nome di Bergoglio a quello di pannella è assolutamente da biasimare ed è inaccettabile!!!!!!!!!!!!!!

Quanto alla vista della camera da letto del papa, anche io ho provato penna e tristezza. H letto che Bergoglio ha aperto la sua casa. Ma se non c'è mai andato? E come si permette di violare spazi sacri dove son morti papi santi? Servono i soldi e il costo del biglietto può servire per le opere di carità. Si può ven
edere anche la Pietà di Michelangelo ai cinesi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Censura pure, tanto ormai son fuori dalla cghiesa, da questa chiesa.

laura ha detto...

Oggi è la memoria liturgica si san Giovanni Paolo II. Sembra che pochi se ne ricordino ancora dopo tante celebrazioni e ancora meno conoscano e seguano il Suo magistero sulla pastorale familiare.


http://www.lanuovabq.it/it/articoli-san-giovanni-paolo-ii-la-profezia-sulla-famigliache-nella-chiesa-non-trova-piu-ascolto-17800.htm

Anonimo ha detto...

Purtroppo, gli ingegneri della nuova chiesa sanno benissimo che, passata questa generazione, la prossima manco saprà che cos'era Castelgandolfo. Stanno preparando i prossimi. Quanto a quelli di adesso, alcuni li hanno già inscatolati sotto l'etichetta "tradizionalisti" residuali, degli altri apprezzano la docilità. E' un momento davvero faticoso!

Anonimo ha detto...

All'invito a celebrare la reunion coi luterani ricevuto 5 anni fa, Papa Benedetto rispose declinandolo e aggiungendo' La chiesa cattolica non ha nulla da festeggiare'........altri tempi, quando i Papi facevano i papi anche a costo di essere detestati ed oltraggiati, adesso ci si vende per qualche falso applauso mondano che lascia il tempo che trova, cioè il nulla, Das Nichtige secondo il bellissimo neologismo del Card.Ratzinger, la nientitudine. Buona domenica Raffaella, e che Dio ci protegga, noi e S.Santità papa Benedetto.A.

Mariele ha detto...

Milano, 22 ottobre 2016
Totalmente d'accordo con articolo ed anche con commenti.
Io stessa in un gruppo (non so se Chiesa Cattolica o
Vatican Insider) dove si parlava per la questione di
Castelgandolfo e mostravano il letto, ecco che mi sono
rattristata ed ho messo come commento se non era
pericoloso per la sicurezza permettere a tanti
di vedere l'interno, nel caso poi un prossimo Papa
volesse tornarvi. Riguardo l'appoggio all'iniziativa
dei radicali rimango oltremodo rattristata e pensierosa,
cosa si vuole ottenere? Preghiamo lo Spirito che illumini
le menti. Grazie!
P.S.: per cambiare mail di ricezione Newsletter, mi sono
disiscritta e poi iscritta di nuovo alcuni minuti dopo.

Andrea ha detto...

Chiudono il Giubileo fasullo con il botto: tutto dal rigattiere, cestinamento della Persona Umana (vedi "nuova dottrina" di oggi sull'aborto), rottura del legame sponsale fra Cristo e la Chiesa.
E lo fa in realtà, cara Teresa(8:39) una persona sola. Dal primo momento il suo atteggiamento è stato: "La dottrina cattolica dice che il Papa ha il primato su tutti i Vescovi e su tutta la Chiesa? Benissimo: adesso dico che la "Chiesa come è stata fino a me" è finita. Qualcuno ha obiezioni? se sì, contano meno di zero"

Anonimo ha detto...

OT questa te la passo di gusto una notizia di Fr.Hunwicke , un addetto di alto rango vaticano chiese una volta perché mai BXVI mantenesse al loro posto Kasper e soci, la risposta fulminante del papa ' Per prima cosa per conservare intatte le proprie capacità di intendere e di volere, secondo per confrontarsi con teologie all'opposto della sua visione teologica'.......tranchant, come sempre....A :-D

Anonimo ha detto...

Accostamento scandaloso: Francesco - Pannella

laura ha detto...

http://www.antoniosocci.com/perche-gli-italiani-non-credono-ai-giornali-non-li-leggono-ed-perche-lopposizione-bergoglio-esplosa-sui-siti-internet/

maura ha detto...

La Nota della Congregazione della Fede del 2002 – conosciuta come Nota Ratzinger – aveva ben spiegato che la possibilità della collaborazione c’è solo su temi moralmente accettabili, mentre su proposte alternative o contrarie ai dati fondamentali della fede e della morale, tale possibilità non si dà. Quella Nota fu scritta proprio per chiarire “orientamenti ambigui e posizioni discutibili”.

Il 19 gennaio 2013, in uno dei suoi ultimi discorsi, Benedetto XVI aveva detto che «La giusta collaborazione con istanze … nel campo dello sviluppo e della promozione umana non deve farci chiudere gli occhi di fronte a queste gravi ideologie, e i Pastori della Chiesa - la quale è «colonna e sostegno della verità» (2 Tm 3,15) - hanno il dovere di mettere in guardia da queste derive tanto i fedeli cattolici quanto ogni persona di buona volontà e di retta ragione. Si tratta infatti di una deriva negativa per l’uomo, anche se si traveste di buoni sentimenti all’insegna di un presunto progresso, o di presunti diritti, o di un presunto umanesimo. Di fronte a questa riduzione antropologica, quale compito spetta ad ogni cristiano, e in particolare a voi, impegnati in attività caritative, e dunque in rapporto diretto con tanti altri attori sociali? Certamente dobbiamo esercitare una vigilanza critica e, a volte, ricusare finanziamenti e collaborazioni che, direttamente o indirettamente, favoriscano azioni o progetti in contrasto con l’antropologia cristiana».

http://www.lanuovabq.it/mobile/articoli-cei-e-radicali-limpossibile-cammino-con-chi-rifiutai-principi-non-negoziabili-anche-nel-nome-dei-diritti-17817.htm#.WA5i9b3jBAg

laura ha detto...

http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1351395
Celibato dei preti. La parola alla difesa

Anonimo ha detto...

Condivido in pieno tutto ma in particolar modo l'ultima affermazione di Gemma. Marcella da Savona

laura ha detto...

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-cei-e-radicali-limpossibile-cammino-con-chi-rifiutai-principi-non-negoziabili-anche-nel-nome-dei-diritti-17817.htm

gianniz ha detto...

... "rottura del legame sponsale fra Cristo e la Chiesa"...

Il legame sponsale tra Cristo e la 'chiesa di Francesco' è già rotto da mo'.
Cristo stesso lo ha rotto a causa di questa 'sposa 2.0', che desidera i 'favori' di chicchessia più che quelli del suo sposo.

Arcangela ha detto...

da leggere su Il Foglio sdi Matzuzzi "In pochi anni siamo passati dall'Islam europeo all'Europa islamizzata"
Arcangela

Anonimo ha detto...

OT questa proprio......sai quanti papi hanno ininterottamente abitato i palazzi di Castelgandolfo? 33, come gli anni di Cristo, che strana coincidenza.......pare comunque che il booking non faccia faville, con grande disappunto dei castellani. A proposito niente regalo del vdr per il suo compleanno ai cittadini-sudditi vaticani, BXVI regalava 1000 euro il 16 aprile.......ah ma questa è la chiesa dei poveri.......mi sto zitto che sennò.....A.

Andrea ha detto...

Papa Benedetto era stato Cardinale Titolare della sede episcopale di Velletri (Diocesi Suburbicaria, cioè una di quelle che fanno corona all'Urbe).
Eletto Papa, volle visitare la sede che aveva lasciato http://w2.vatican.va/content/benedict-xvi/it/homilies/2007/documents/hf_ben-xvi_hom_20070923_velletri.html , facendo anche un parallelismo fra la Sua terra bavarese e la "Sua" Diocesi italiana.

A Castel Gandolfo espresse più volte il proprio entusiasmo per gli atteggiamenti della gente, oltre che per la posizione e la vista. In piazza esiste una lapide recente con alcune Sue parole.
Commento mio: quell'ambiente era per Lui l'aggancio diretto a quel popolo cattolico "normale" (non-professionista del dibattito ecclesiale) a cui aveva fatto cenno più volte. Quel popolo che aveva salvato la Chiesa dall'Arianesimo (concetto suo)

laura ha detto...

notizia su papa Benedetto:
http://www.ilgiornale.it/news/milano/ecco-papa-benedetto-libro-teodolinda-e-gambe-coi-capricci-1322524.html

laura ha detto...

http://www.ilfoglio.it/articoli/2016/10/25/chiesa-moderna-papa-giovanni-paolo-ii-religione___1-v-149808-rubriche_c379.htm

Anonimo ha detto...

OT dai siti documenti vaticani cominciano a sparire discorsi, interventi e lettere encicliche, Pio XI, GPII, qualche discorso di Papa Benedetto sono irrintracciabli, che significa? A proposito ieri l'altro era la festa di S.Giovanni Paolo II il vdr se n'è ricordato del suo amato predecessore......oooppppsss, m'è scappata, ero rimasto a qualche anno fa, troppi ormai senza un papa. A.

Anonimo ha detto...

OT intanto Canizares va avanti per la sua strada a difendere il matrimonio uomo-donna cristiano, nonostante le accuse e le cause legali pendenti, 'Guai a me se non annunciassi la Verità'.......il piccolo Ratzinger cresce, tra un po' si aggiungerà Caffarra, cacciato dal new deal bergoglico..... speruma in bein.A.

laura ha detto...

http://www.ilfoglio.it/chiesa/2016/10/29/laudato-si-papa-francesco-ambiente-america___1-v-150173-rubriche_c132.htm